Sessantamila ettari di estensione: Cerignola è tra le città d’Italia con l’agro più vasto. È qui, tra storia e tradizioni, che l’agricoltura diventa passione.

Di Cerignola è l’oliva da mensa, forse eredità dei spagnoli, che quel 28 aprile 1503 con Consalvo da Cordova sconfissero i francesi e conquistarono il Sud fino al 1861. È qui che giganteggia in città il piano delle fosse, antico deposito per il grano.

Il territorio ospita anche tante preziose realtà di viticoltori: eredità familiari, come Biancardi, che fondono i sapori della genuinità di una volta al fascino della modernità tecnologica, fino ad ottenere un prodotto senza eguali: il nettare di Cerignola.

Vai alla barra degli strumenti